Google apre Glass a tutti : via alla Open Beta negli USA

Come abbiamo notato negli ultimi tempi, Google sta lentamente, e probabilmente saggiamente, togliendo pian piano il velo alla sua più innovativa creatura: si è partiti dal programma Explorer e da progressive apertura culminate nel Google Glass Day dello scorso 15 Aprile; da oggi invece chiunque potrà accedere alla Open Beta di Glass, a patto di risiedere negli USA. E di pagare, ovviamente.

 

 

A partire da oggi è infatti possibile diventare un Explorer richiedendo Google Glass Explorer Edition a questo indirizzo: come anticipato, le uniche condizioni poste da Big G sono la residenza negli USA e un’età di almeno 18 anni, oltre ovviamente al pagamento dei 1500 Dollari richiesti.

Sono disponibili tutte le colorazioni originali e sono incluse montatura, vetri e accessori: al momento, l’offerta è valida fino a esaurimento scorte e non è chiaro se, una volta esaurito lo stock iniziale, verranno messi a disposizione del pubblico altri Glass.

Google conferma inoltre la volontà di sviluppare ulteriormente l’hardware e il software di Glass: il progetto è dunque ancora un cantiere aperto e stravolgimenti, anche sostanziali, rispetto a quanto si vede attualmente potrebbero essere apportati prima del lancio sul mercato.

 

Annunci

Xiaomi Mi TV 2 ufficiale: televisore 4K da 49″ con Android in vendita a 649$

Xiaomi Mi TV 2 Sample (4)

Se la presentazione del nuovo tablet di Xiaomi, lo Xiaomi Mi Pad, non vi avesse sorpreso abbastanza, ecco a voi un altro nuovo motivo di vanto per il produttore cinese: il televisore Mi TV 2. È proprio il CEO e co-fondatore Lei Jun, durante la conferenza odierna a Beijing, a svelare al mondo la seconda generazione di TV Xiaomi con supporto a risoluzioni fino a 4K.

Vediamo una rapida carrellata delle caratteristiche tecniche di Xiaomi Mi TV 2:

  • Display: 49″ Ultra HD 4K (3840×2160) panel
  • OS: MIUI TV Android-based
  • Processore: MStar quad-core da 1,45 GHz
  • RAM: 2 GB DDR3
  • Memoria interna: 8GB eMMC flash
  • Connettività: Bluetooth, Wi-Fi 802.11ac 2×2
  • Speaker: soundbar con 8 speaker + subwoofer
  • Peso: 12,9 Kg
  • Spessore: 15,5 mm
  • Prezzo: 649$

Queste sono solo alcune delle caratteristiche del sorprendente prodotto presentato da Xiaomi. Il prezzo è indubbiamente il più solido punto di forza di questa Mi TV 2, che potrà anche contare su un telecomando a 11 pulsanti con gesture, controlli vocali, e anche la possibilità di utilizzare gli speaker connettendosi via Bluetooth con un altro dispositivo. Come non parlare poi della presenza di una versione della MIUI, ovviamente “Android-based“, per la gestione dei contenuti multimediali e del sistema nel suo complesso. Rimane ovviamente da capire se riusciremo mai a vedere questo prodotto sul suolo italiano.

Xiaomi Mi Pad ufficiale: il primo tablet con Tegra K1, per soli 240$

Xiaomi Mi Pad 5

Dopo diversi mesi di voci al riguardo, Xiaomi Mi Pad è stato finalmente presentato, e l’azienda cinese è riuscita ancora una volta a stupire, non tanto e non solo con il prezzo, ma con delle caratteristiche tecniche molto elevate, che non erano trapelate in nessuno dei rumor passati.

  • Display: 7,9” a risoluzione 2.048 x 1.536 pixel prodotto da Sharp e Youda
  • CPU: NVIDIA Tegra K1 a 2,2 GHz
  • RAM: 2 GB
  • Memoria interna: 16 / 64 GB espandibile (con microSD fino a 128 GB)
  • Fotocamera posteriore: 8 megapixel
  • Fotocamera anteriore: 5 megapixel
  • Peso: 360 grammi
  • Batteria: 6.700 mAh

Software – Xiaomi ribadisce che la MIUI per tablet non è un semplice allargamento di quella per smartphone, ma che il firmware è stato riadattato in base a nuove linee guida di design ed in base al contenuto da mostrare; avremo quindi nuove animazioni ed un sistema pensato in modo che le app si adattino perfettamente al tipo di mezzo, indipendentemente che questo sia tenuto in portrait o landscape.

Disponibilità e prezzo – Xiaomi aprirà “l’open testing” di Mi Pad il prossimo giugno: in pratica si tratta di una versione beta che sarà disponibile alla vendita in quantità limitate; il feedback dei primi acquirenti servirà poi a plasmare il dispositivo per il lancio ufficiale, sebbene ancora non sia chiaro quando questo avverrà con precisione.

Sono comunque stati già comunicati i prezzi ufficiali di Xiaomi Mi Pad: 1.499 yuan (240$ / 175€) per il modello Wi-Fi da 16 GB, e 1.699 yuan (275$ / 200€) per il modello Wi-Fi da 64 GB. Non ci sono conferme per un’eventuale variante 3G / LTE, che al momento non è prevista.

Gestire password e dati sensibili con Enpass

enpass_applicazione_gestione_password

Ricordare molte password può essere difficile e allo stesso tempo usarne poche o simili è un rischio. Enpass è un’applicazione, gratuita e in italiano, che permette di gestire i nostri dati sensibili con un elevato grado di sicurezza ed integrazione.

Al primo lancio viene chiesto di impostare una password globale, che proteggerà il proprio database (il consiglio è di usarne una complessa), dopodiché si accede alla schermata principale dove aggiungere nuovi dati e password.

All’aggiunta di una nuova voce dovremo scegliere una categoria da una lista predefinita (carte di credito, informazioni di login, note private…), per poi passare all’inserimento e il salvataggio dei dati da proteggere.

Per navigare tra i dati è presente un menù di navigazione raggiungibile con uno swipe dal bordo sinistro. La schermata delle impostazioni offre alcuni opzioni per la personalizzazione e permette di sincronizzare il database su servizi di cloud storage o di azzerarlo.

Le principali caratteristiche e funzioni di quest’app sono:

  • Criptaggio AES-256
  • Nessuna necessità di registrazione
  • Generatore di password
  • Struttura a cartelle
  • Compilazione automatica dei form nel browser

Nella versione free, scaricabile gratuitamente dal PlayStore, il numero di voci inseribili è limitato a 10 mentre potrete sbloccare la versione pro con un acquisto in-app da 3,69€. Se avete difficoltà nel gestire le vostre password potete affidarvi ad Enpass e ricordarne soltanto una, ma attenzione: assicuratevi che non sia “1234″ o simili.

2048: ecco la versione holo completamente gratuita, con immersive mode e Play Games

2048 HOLO header

Sono davvero tante le versioni di 2048, il celebre puzzle game matematico realizzato in flash dallo studente italiano Gabriele Cirulli, disponibili su Google Play per i nostri device Android. Proprio negli ultimi giorni era stata resa disponibile dallo stesso Cirulli la sua versione ufficiale, 2048 by Gabriele Cirulli, gratuita, con annunci pubblicitari, che però soffriva di scarsa fluidità su certi dispositivi. Oggi vi presentiamo un’alternativa a cui è davvero difficile trovare dei difetti!

La versione realizzata da Shreyas Sood, questo il nome dello sviluppatore su Google Play, si chiama semplicemente 2048. Ciò che lo caratterizza rispetto alla concorrenza è l’aspetto grafico, realizzato in stile holo. Di fatto, per quanto semplice sia il gioco, si tratta di un’alternativa particolarmente piacevole da guardarsi, molto più curata dell’originale. Come se non bastasse può contare sull’immersive mode e sul supporto a Play Games! Non vi basta? Il gioco è completamente gratuito: niente acquisti in-app, niente pubblicità, niente di niente! Nelle impostazioni è presente il pulsante Donate per chi volesse offrire un caffè (o qualcosa in più) al creatore di un così ottimo lavoro.

iO, un nuovo gioco in arrivo per OUYA

Ouya, la console Android che fu una degli oggetti più finanziati della storia di Kickstarter, ha pubblicato un post sul suo blog per annunciare l’arrivo di un nuovo gioco: si chiama iO e a parlarcene è Gamious, la software house che lo ha prodotto.

Si tratta di un puzzle fisico la cui idea nacque durante il Dutch Global Game Jam, un festival nel quale gli studenti devono riuscire a creare un gioco in 48 ore: l’idea di iO piacque molto ad uno dei giudici che faceva parte appunto di Gamious e convinse i ragazzi che lo avevano creato ad unirsi al loro team.

iO per il momento sarà una esclusiva di OUYA ma in futuro arriverà anche su smartphone e tablet: in caso non aveste la piccola console da gioco Android, nel frattempo potete guardare il trailer a seguire.

Flappy48: Flappy Bird e 2048 si uniscono nel gioco più difficile del mondo!

 

Flappy48 Android Sample (3)

2048 è uno dei vostri puzzle game matematici preferiti? Siete ancora in cura dopo eterne sessioni di Flappy Bird per cercare di battere il record del vostro vicino di casa? Niente a che vedere con quello che ha da offrirvi Flappy48, gioco disponibile su Google Play che fonde le meccaniche di gioco dei due celebri passatempi.

Ovviamente non è il gioco più difficile del mondo (NdR: o forse si!) ma il livello di sfida complessivo è piuttosto elevato. Come avrete intuito dall’immagine di apertura, in Flappy48 dovremo evitare gli ostacoli tappando su schermo proprio come facevamo con Flappy Bird. Non solo: dovremo anche sommare i numeri come in 2048, facendo attenzione ad evitare quei numeri che non ci sono utili ad effettuare la somma richiesta.

Al momento Flappy48 è disponibile gratuitamente sul Play Store e presenta, nell’interfaccia di gioco, ads pubblicitari. Entro breve, a detta dello sviluppatore, sarà disponibile il supporto a Play Games e sarà possibile disattivare la pubblicità con un acquisto in-app.